Diritti del passeggero EU-261

Nel malaugurato caso di un ritardo del volo o della sua cancellazione, facciamo del nostro meglio per ridurre al minimo il disagio. Continua a leggere per avere maggiori informazioni sul tuo diritto all’assistenza e su come chiedere il rimborso delle spese di viaggio e la compensazione pecuniaria. 

Se hai subito un ritardo o una cancellazione del volo e desideri l’imbarco su un volo alternativo il prima possibile, potresti aver diritto a quanto segue:

  • Pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa;
  • Due telefonate o e-mail;
  • Sistemazione ragionevole in hotel ove si rendano necessari uno o più pernottamenti;
  • Trasferimento tra l’aeroporto e il luogo di sistemazione (hotel o altro).

*Nota: i diritti di cui sopra non sono applicabili qualora si decida per l’imbarco su un volo alternativo ad una data successiva a proprio piacimento o si opti per un rimborso.

Informazioni su EU-261

Il Regolamento EU-261 prevede regole comuni per la compensazione e l’assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, cancellazione del volo o suo prolungato ritardo.

L’EU-261 riguarda i passeggeri in partenza dalla/in arrivo nell’Unione europea e dallo/nello Spazio economico europeo.

La compensazione pecuniaria è determinata secondo quanto segue, in base alla distanza tra l’aeroporto di partenza e quello di arrivo:

  • 250 € per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1.500 km; oppure
  • 400 € per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1.500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1.500 e 3.500 km; oppure
  • 600 € per tutte le tratte aeree non interne all’UE superiori a 3.500 km.

I clienti che desiderano inoltrare le spese di viaggio/trasporto/pasti e bevande o una richiesta di compensazione in seguito a una cancellazione del volo o a un ritardo superiore a 3 ore rispetto all’orario di arrivo previsto, possono fare clic qui di seguito e accedere al modulo di richiesta ai sensi del Regolamento EU-261.

Faremo il possibile per elaborare la tua richiesta entro 10 giorni.

Richiedere la compensazione

  • Se il ritardo o la cancellazione del volo non dipendono da Ryanair (si sono verificate circostanze straordinarie che non avrebbero potuto essere evitate pur adottando tutte le misure necessarie).

  • Se la cancellazione del volo è stata notificata almeno 14 giorni prima della data di partenza programmata.

  • Se il volo è in ritardo e arriva alla destinazione finale con un ritardo inferiore a 3 ore rispetto all’orario di arrivo originariamente programmato.

Ryanair raccomanda ai clienti che vantano il diritto alla compensazione di inviare le proprie richieste direttamente a Ryanair e di evitare le società di “cacciatori di reclami” che possono arrivare a detrarre oltre il 40% a titolo di spese su di un reclamo da 250 €. I clienti che inoltrano un reclamo valido direttamente a Ryanair riceveranno il 100% dell’importo della compensazione loro dovuta in base all’EU261, senza la deduzione richiesta da parte di tali “cacciatori di reclami”. I clienti possono inoltrare il proprio reclamo a Ryanair tramite il nostro modulo di richiesta compensazione, intuitivo e di facile utilizzo.

Modulo di richiesta compensazione